Descrizione

Contatori di frequenza 585C/588C/595A/598A

Contatore di frequenza CW / a impulsi con misure di potenza di picco (disponibile con 595A / 598A)

I segnali CW, impulsivi e altri segnali a microonde e ad onda millimetrica variabili nel tempo possono essere misurati automaticamente dai contatori di frequenza 585C e 588C. Le misure su VCO, la profilatura del radar chirpati e l’analisi di sistemi agili in frequenza possono essere effettuate con facilità impareggiabile. I segnali impulsivi possono essere caratterizzati completamente, includendo la frequenza portante, la linearità in frequenza, la larghezza e il periodo di ripetizione dell’impulso. Il 585C misura segnali fino a 20 GHz, mentre il 588C raggiunge 26,5 GHz con un’opzione per l’estensione del range a 170 GHz.

Tutti i contatori di frequenza Fase Matrix EIP® si basano su un’architettura eterodina unica che incorpora un preselettore YIG. L’ingresso YIG preselezionato offre prestazioni senza pari, nella discriminazione di ampiezza, selettività di frequenza, rumore di kickback e protezione del burnout.

Caratteristiche

  • Misura automatica di segnali impulsivi / CW fino a 170 GHz
  • Profilatura di frequenza con larghezza minima del campione di 15 ns
  • Misura automatica della larghezza d’impulso e del periodo di ripetizione d’impulso
  • Generatore interno d’impulsi con delay impostabile opzionale
  • Misurazioni di velocità di commutazione di VCO
  • Misure di potenza di picco fino a 26,5 GHz (595A / 598A)
  • Impulso incorporato
  •  Protezione Burnout da 200 Watt di picco (+53 dBm)

585C / 588C: contatori per segnali impulsivi / CW con generatore di impulsi interno con ritardo impostabile opzionale per il massimo della facilità d’uso.

595A / 598A: aggiunge le misure di potenza di picco e di potenza CW alla capacità del 585C / 588C.

Phase Matrix porta lo spettro più ampio di contatori di frequenza impulsivi / CW a microonde disponibili oggi. Questi modelli offrono una profilazione di frequenza e potenza automatica e autonoma, ideale per applicazioni quali analisi di segnali radar chirpati, misurazioni del tempo di commutazione di VCO e analisi di sistema dotati di agilità in frequenza fino ad una frequenza massima di 170 GHz (a seconda del modello selezionato).

Misurazioni impulsive o CW

A 170 GHz la funzionalità di frequenza estesa 588C e 598A consente di misurare segnali CW da 100 Hz a 170 GHz, mentre il range di frequenza per le misurazioni impulsive si estende dai 250 MHz ai 170 GHz. Parametri come frequenza, potenza (solo 595A / 598A), larghezza di impulso, periodo di ripetizione dell’impulso o PRF possono essere misurati in maniera completamente automatica. I 585C / 588C ed i 595A / 598A rilevano e misurano segnali RF in CW, modulati in frequenza, in ampiezza, impulsivi con larghezza di impulso minima di 50nS.

Misure di potenza di picco automatiche

Il 595A / 598A semplifica notevolmente la misurazione della potenza di picco nella vostra applicazione. Misurando la frequenza del segnale in ingresso, lo strumento corregge automaticamente la lettura di potenza per il fattore di calibrazione del sensore interno. Non è più necessario immettere manualmente i fattori di calibrazione o la frequenza di misurazione. La progettazione accurata e le tabelle di calibrazione interne determinano un’eccellente precisione e ripetibilità.

Elaborazione autonoma dei profili frequenza e potenza

Il generatore di impulsi integrato con ritardo selezionabile opzionale consente di misurare completamente i profili di frequenza e di potenza. Le uscite sincrone sul pannello posteriore mostrano la finestra di misura reale per la visualizzazione su un oscilloscopio. Inoltre, le misurazioni automatiche della larghezza dell’impulso, del periodo d’impulso e della frequenza di ripetizione dell’impulso semplificano l’attività di misurazione. Vere misurazioni profilate sono possibili con una finestra di campionamento della durata minima di 15nS. Sono state effettuate delle considerazioni attente in fase di progettazione per permettere la misura automatica ed accurata di treni di impulsi a variabilità rapida, come ad esempio nei segnali chirpati a banda larga. I modelli 595A / 598A e 585C / 588C della Phase Matrix / EIP effettivamente ri-acquisiscono il segnale a microonde per ogni finestra di misurazione, permettendo, in sostanza, variazioni illimitate della frequenza da finestra a finestra. Le tecniche più competitive richiedono il gating esterno se la frequenza varia più di 10 MHz all’interno della finestra.

Selezione di frequenza senza pari

Solo i contatori Phase Matrix / EIP utilizzano la tecnica di down conversion tramite preselettore YIG ad eterodina. Questo preselettore, impiegato comunemente negli analizzatori di spettro ad alte prestazioni, impedisce alle armoniche e ad altri segnali spuri di interferire con la misura del segnale desiderato. Inoltre, elimina totalmente il rumore di “kickback”. Inoltre, questa selettività di frequenza consente all’utente di selezionare qualsiasi segnale desiderato per le misure di potenza e frequenza in un ambiente multi-segnale.

Protezione dal sovraccarico fino a 200 Watt

Il filtro YIG fornisce un efficace limitatore di potenza per proteggere lo strumento contro il burnout a causa dell’applicazione accidentale di segnali ad alto livello, senza ridurre la sensibilità. Questo riduce notevolmente il tempo di inattività, soprattutto nelle mani di operatori non qualificati. Nei siti remoti, questa protezione di burnout d’alto livello spesso si rivela inestimabile, riducendo la necessità di viaggi aggiuntivi se una sorgente di segnale ad alta potenza viene accidentalmente collegata all’ingresso del contatore.

Completa conformità ambientale

I Phase Matrix / EIP 595A / 598A e 585C / 588C sono in piena conformità ambientale EMI / RFI secondo gli standard MIL-STD-461 e MIL-T-28800, tipo III, classe 5. Inoltre sono dotati delle certificazioni CE EN50011 e EN50082-1 .

Programmazione completa

Questi contatori sono stati ottimizzati per l’integrazione nei sistemi ATE e dispongono di tutte le caratteristiche di sistema necessarie per le applicazioni di test. Tutti i comandi del pannello frontale, il formato di uscita dei dati e le funzioni speciali sono controllabili tramite GPIB. Inoltre, gli ingressi del pannello posteriore semplificano l’integrazione del sistema.

Alta stabilità della base dei tempi

La base dei tempi controllata in temperatura, opzionale, fornisce una precisione maggiore e riduce i costi di proprietà. La componente d’errore dovuta alla base dei tempi è drasticamente ridotta con queste basi dei tempi ad alta stabilità. L’unica manutenzione periodica richiesta sui 595A / 598A e 585C / 588C è la calibrazione della base dei tempi. Con tassi di invecchiamento inferiori a 2 x 10-7 / anno, il ciclo di calibrazione può essere esteso a due anni mantenendo una precisione dell’ordine del kHz su una misura di frequenza a 20 GHz.

Affidabilità dimostrata

I predecessori dei modelli 595A / 598A e 585C / 588C, (EIP 585 e 588, introdotti nel 1985), sono diventati standard di affidabilità, raggiungendo un MTBF sul campo superiore alle 40.000 ore. Phase Matrix è così fiduciosa nella qualità e affidabilità di questi prodotti che offre la possibilità di estensione della garanzia fino a tre anni.

Misurazione automatica di frequenza e potenza di segnali impulsivi / CW

1. Conteggio automatico su segnali impulsivi in banda millimetrica fino a 170 GHz con l’aggiunta del kit di cavi modello 890 e di uno o più mixer armonici. Grandi quantità di “chirp”, spesso riscontrato nei segnali in banda millimetrica, possono essere conteggiati con precisione utilizzando la modalità Frequenza Centrale.

2. La capacità di misurazione della potenza dei modelli 595A / 598A si estende nell’intero campo di funzionamento degli ingressi della banda 1 e 2, sia su segnali CW che su segnali impulsivi.

3. Il preselettore YIG di Phase Matrix fornisce un’eccellente combinazione di protezione dal burnout, sensibilità, selettività di frequenza e immunità video. La selettività di frequenza del filtro YIG consente il conteggio sul solo segnale di maggiore ampiezza, anche in presenza di molti altri segnali.

4. Generatore di impulsi interno opzionale rende semplice e automatica la profilazione della frequenza e della potenza.

5. La laghezza dell’impulso o il periodo di impulso possono essere misurati e visualizzati con un tocco del tasto Pulse Width o Pulse Period. Anche la frequenza di ripetizione dell’impulso può essere visualizzata facilmente

6. Limite inferiore e superiore di frequenza, consentono la misura di un segnale di ampiezza inferiore in presenza di segnali di ampiezza superiore.

7. Eliminazione dei requisiti di commutazione esterna dall’utilizzo di quattro ingressi indipendenti che consentono all’operatore di applicare più segnali e di misurare qualsiasi cosa semplicemente commutando il selettore della banda dalla tastiera o dal bus IEEE-488.

8. Doppia visualizzazione per letture semplici e veloci, fornisce simultaneamente due importanti parametri di segnale: 1) Frequenza con risoluzione di 1 kHz e 2) Potenza con risoluzione di 0,1 dB o 3) Larghezza di impulso (o impulso) con risoluzione di 10 nanosecondi. Il display a tre cifre (o sei cifre con modalità speciale di funzionamento) visualizza il formato decimale flottante.

9. Il Self Test automatico all’accensione ed il comando Go-to-Local consentono la commutazione da controllo remoto a locale e di inizializzare completamente il sistema da locale. Quando inizializzato, lo strumento esegue automaticamente gli auto-test di controllo.

10. Misurazioni impulsive precise grazie alla soglia IF e all’uscita Gate. Queste convenienti uscite consentono all’operatore di controllare esattamente dove viene prelevato il campione all’interno dell’inviluppo dell’impulso RF. Questa funzionalità è particolarmente utile quando si utilizza il gating esterno per la profilazione in frequenza.

11. Tutte le funzioni del pannello frontale e le sequenze di test possono essere controllate tramite GPIB, attraverso il bus IEEE-488 per applicazioni ATE.

12. Gli ingressi opzionali del pannello posteriore semplificano il routing del segnale nelle applicazioni su rack.

13. Possibilità di riferimento ad una base tempi esterna,consente l’utilizzo di un riferimento esterno di 10 MHz come base comune del sistema. In alternativa è possibile utilizzare l’uscita dell’oscillatore controllato in temperature opzionale come base dei tempi comune del sistema.